In gabbia

In gabbia

sabato 30 gennaio 2016

Così non le avete mai viste...



La vergogna inglese



Il 30 gennaio 1972 le truppe di occupazione inglesi trucidarono senza pietà 26 irlandesi a Derry.
Commemoriamo quel tragico evento opera di carnefici guidati da una Regina con la corona imbrattata di sangue.
Questa strage è stata immortalata da una stupenda canzone degli U2: "Sunday Bloody Sunday".

giovedì 28 gennaio 2016

Pubblicate le nuove versioni cartacee dei miei libri a 8,98 euro !




Da oggi, grazie a StreetLib, sono nuovamente in commercio le versioni cartacee dei miei primi tre libri:

- Il segreto di Giulia
- Duplice vendetta
- L'incubo del babau - Una storia di stalking

Tutti al prezzo di 8,98 euro !

domenica 24 gennaio 2016

Prosegue la promozione gratuita di "In gabbia" !



Prosegue la promozione gratuita del mio ultimo eBook "In gabbia" su tutti gli Store!
Affrettatevi a scaricarlo, la promozione avrà una durata limitata.
Buona lettura!

mercoledì 20 gennaio 2016

Isis pubblica le foto del commando di Parigi, due attentatori potrebbero essere iracheni



Due degli autori degli attentati del 13 novembre a Parigi potrebbero essere iracheni. L’ultimo numero della rivista dello Stato Islamico, Dabiq, pubblica una sorta di foto manifesto, con i volti di nove uomini, fra cui sono riconoscibili alcuni attentatori, sullo sfondo di Parigi e il titolo «Just terror». Tutti sono identificati con dei soprannomi che si riferiscono al paese di provenienza, al-Baljiki per i belgi e al-Faransi per i francesi, ma due sono indicati come al-Iraki (l’iracheno).   
Salah, il grande assente.  
Due dei tre kamikaze che si sono fatti esplodere vicino allo stade de France avevano falsi passaporti siriani ed erano stati registrati fra i profughi arrivati in Grecia, ma finora non sono stati identificati. Colpisce la mancanza di Salah Abdeslam dalla foto. L’uomo, ricercato dalle polizie di tutta Europa, è ancora a piede libero. Si sa con certezza che era a Parigi e probabilmente è lui che ha accompagnato i tre attentatori dello Stade de France, per poi spostarsi verso il XVIII arrondissement. Ha abbandonato l’auto (e una cintura esplosiva) per poi scomparire nel nulla.   
La sua assenza dalla foto potrebbe significare che l'Isis creda che non abbia fatto il suo dovere nell’attentato, che abbia rinunciato o l’abbia mandato a monte.

domenica 17 gennaio 2016

MICHEL, 9 ANNI, ITALIANO UCCISO DA AL QAEDA



La Farnesina conferma. Il piccolo era con la madre nel locale del papà attaccato dai terroristi in Burkina Faso.
Un crimine orrendo.
Terroristi dell'ISIS che siate stramaledetti!

lunedì 4 gennaio 2016

Che disastro i messaggi delle mamme su WhatsApp !



Riempimenti automatici, emoticon troppo piccole, abbreviazioni incomprensibili, mettono ogni giorno in difficoltà le mamme in chat con i loro figli. I risultati più divertenti sono stati fotografati e raccolti su "Mamme che scrivono messaggi su WhatsApp", la pagina Facebook che in pochi mesi ha superato gli 850mila like. Un'antologia di comicità, spesso involontaria, che è anche diventata un libro.